Al momento stai visualizzando Volantino: digitale o cassetta della posta?

Volantino: digitale o cassetta della posta?

  • Autore dell'articolo:

Nell’era dei social e del marketing digitale, il marketing offline e tutto il mondo degli strumenti “tradizionali”, sembrano ormai destinati a morire o peggio si pongono come antagonisti dei primi.
Ma non è affatto così, i dati ci dimostrano che il volantino distribuito, ha ancora il suo appeal.
La grande distribuzione continua a puntarci fortemente e al contrario del marketing online più fugace nella sua fruizione, quello stampato soprattutto nel locale, ha ancora molta efficacia.

Le strategie offline NON devono essere pensate come un’alternativa al post Facebook o alla newsletter, ma bensì un suo alleato, strumenti di affiancamento basilari.

Naturalmente, c’è un costo fisico per la stampa e la distribuzione dei volantini, tuttavia, se fino al 23% di tutti gli opuscoli consegnati vengono letti correttamente, significa che sono il 4% più efficaci delle riviste e della televisione.

Studi di mercato suggeriscono che il 38% dei volantini viene tenuto per circa tre giorni e il 13% per più di una settimana.

Ma quanti volantini sono necessari per tradurre il nostro investimento in una vendita concreta, il cosidetto tasso di conversione ?

è un valore che si esprime in percentuale ed è variabile dal 2% al 4%, è per eccellenza il mezzo pubblicitario con il miglior risultato in termini di tasso di conversione, che però necessita di quantitativi minimi e di determinati canoni:

  • Grafica e contenuti di qualità
  • Aree di distribuzione locali o nazionali
  • Tempi/periodi di consegna
  • Fornitori affidabili
  • Frequenza

Nel pianificare una campagna di comunicazione si suggerisce l’utilizzo di altri strumenti che accompagnino l’uscita di un volantino, il cosiddetto “marketing MIX”, che aiuterà a far rimanere impresso nella mente dell’utente il marchio/offerta. es. Pubblicità su un giornale locale o radio e ancora un post sponsorizzato e/o email marketing.

Questo metodo indica che per tutto il giorno, il consumatore verrà preso di mira, ricevendo il nostro messaggio più volte.
Pensate che sia più efficace della semplice consegna di un volantino o della semplice messa in onda di un annuncio radiofonico? La risposta è sì!

Ma proprio adesso che si avvicina il periodo natalizio e tutti distribuiscono volantini, è un buon momento per agire?

Ancora SÌ!
Le persone sono più ricettive, sono rilassate e più aperte alle opportunità, sono propositive ed è un ottimo momento per attirare la loro attenzione, a differenza di gennaio che invece è meno consigliato, in quanto la maggior parte delle famiglie spende denaro fino a Natale e trascorre gennaio a riprendersi.

Siamo sempre più impegnati, i social media, la televisione e i carichi di lavoro, il continuo bombardamento di notizie e la velocità della comunicazione ci porta a non ricordare le attività, i negozi, i supermercati..ecc, tendiamo a “catturare” l’offerta del momento; Per tale motivo dobbiamo essere sempre attivi e presenti nella mente del nostro consumatore.

È quindi essenziale garantire che le comunicazioni con i potenziali clienti siano quanto più possibile regolari ed efficienti.
Studi dimostrano che una buona distribuzione, fatta almeno 7 volte l’anno, (assieme ad una buona dose di azioni mixate) ci permette di rimanere impressi nella mente del target.

Newsletter, volantini e contenuti video sono solo tre esempi di come puoi arrivare ai tuoi clienti e mantenere il tuo brand in prima linea nella loro menti.

Ti interessa approfondire l’argomento?
RICHIEDI UN INCONTRO