Content Strategy: il personal trainer dei contenuti

Content Strategy: il personal trainer dei contenuti

  • Post author:

Per crescere, allenarsi non basta!

Abbiamo letto e leggiamo sempre più articoli sull’importanza del content marketing , di quando i contenuti fanno la differenza, quindi ci siamo concentrati a dare valore ai clienti, ma dopo alcuni mesi l’ispirazione è finita e creare contenuti è diventato un peso che non ci fa più correre…
..è quindi il momento di chiederci dove abbiamo sbagliato e come possiamo correggerci!

Ripetiamo insieme “Non esiste content marketing senza content strategy” o meglio, non esiste content marketing profittevole senza una content strategy che prepari, sorregga, potenzi e guidi al successo.

Il primo sbaglio che si può commettere è confondere i due termini.
Senza ricorrere a definizioni accademiche, proviamo a spiegarli sinteticamente.

Il Content Marketing consiste nel fornire informazioni o contenuti di valore a clienti e potenziali clienti allo scopo di costruire fiducia, branding, consapevolezza e un atteggiamento positivo… ma allora cos’è la Content Strategy?
E’ la GUIDA! Il personal trainer che ti aiuta a raggiungere l’obiettivo con metodo, pianificazione e analisi.

La creatività, la volontà, il sapere, il troppo lavoro, possono farci perdere di vista l’obiettivo per il quale stiamo elaborando i nostri contenuti, anche se pensiamo di star dando valore ai nostri clienti, questo non sempre accade se alla base non abbiamo elaborato una Content strategy.

Per essere più precisi quindi la content strategist non si occupa della produzione dei contenuti (Content Marketing) ma rivolge la sua attenzione alla pianificazione degli stessi, non limitandosi a definire quando debbano essere pubblicati, ma concentrandosi sul perché debbano essere prodotti.

Questo renderà la produzione ancora più valida, coerente e continua, e a beneficiarne non sarà solo il contenuto ma anche il lettore, che percepirà un percorso e ci avvertirà come una fonte più autorevole con la quale instaurare un rapporto di maggior fiducia.

Nel concreto iniziamo a definire meglio gli obiettivi misurabili, non un semplice “Vorrei avere più visibilità” o “Vorrei vendere di più” ma es. un incremento delle lead (es. email) attraverso il modulo di newsletter sul sito. Oppure maggiore visibilità su un servizio o prodotto specifico in un determinato mercato e target.

Definiamo il nostro Target, il nostro cliente/utente ideale e pianifichiamo le azioni da fare con piccoli obiettivi misurabili e concreti.
Semplici passi che vi aiuteranno a non smarrire la retta via! 🙂

Ti interessa approfondire l’argomento?
RICHIEDI UN INCONTRO